Le ultime da “I discutibili”

picdisc

 

1) IntesoMale, poeta maledetto, figlio non riconosciuto di Arthur Rimbaud e di Poetella, ha deciso di regalare a tutti il vero quadro familiare del nostro super Gruppo

http://discutibili.com/2013/07/19/vi-presento-la-mia-famiglia/

 

2) Masticone, per non scordare, http://discutibili.com/2013/07/19/maricica-hahaianu-romania-1978-roma-15-10-2010/

 

3) Red Poz, dai suoi amici Khmer , http://discutibili.com/2013/07/19/in-cambodia/

 

4) E, poi LUI, il vero Re dell’Universo, 83 chili di cervello buono per il pappone dei cani, ma un cuore più largo del culo di Fata Chiattona, l’unico e immarcescibile, B O R T ammoniacal, http://discutibili.com/2013/07/18/fuga-da-orio-al-serio-e-dai-suoi-ultras/

 

 

Some good stuff su discutibili.com

picdisc

Ecco un assaggio del cosa potete trovare oggi su http://www.discutibili.com

http://discutibili.com/2013/07/16/danilo-dolci-sesana-28-6-1924-trappeto-30-12-1997/

un mio piccolo contributo per ricordare uno degli italiani più belli che siano mai nati e vissuti in questo nostro Paese

http://discutibili.com/2013/07/15/dimmerda-3/

quell’incosciente di Intesomale che fa a pezzi una delle autrici di cul(t)? di questi anni. Michela Marzano. Una a cui ha baciato il sedere persino Fabio Fazio (ma lui c’è abituato). Noi le abbiamo regalato invece l’ambitissimo award di DIMMERDA la nostra rubrica principe

http://discutibili.com/2013/07/15/lettere-varie-di-aspiranti-porno-attori-e-attrici/

Zia Mastichella che stavolta invece deve fare i conti con una serie lunga di aspiranti porno-star

http://discutibili.com/2013/07/15/videolettera-di-un-orango-a-calderoli-fuori-onda-di-bortocal-n-1/

un piccolo cadeau del mitico Bort to be Alive ad uno degli uomini più ributtanti che si siano mai visti

http://discutibili.com/2013/07/15/thats-expo/

ammennicoli ci mostra una scrittura di luce particolare relativa all’Expo di Milano. Con tanti saluti a Formigoni

E venite a leggerci dai, quante cose libere vi capita di vedere in una giornata?

www.discutibili.com

Sta partendo un piccolo/grande progetto.

Gente di grande qualità (a parte me) che vuol provare a fare qualcosa di diverso.

Con il cuore e senza pensare troppo alle conseguenze.

Abbiamo bisogno di sostegno.

Il che vuol dire di followers che ci incoraggino e che ci cazzino e ci bacchettino e che dicano, questo mi piace quest’altro no.

Se qualcuno di voi avesse voglia di farci un sorriso, un like, un in bocca al lupo, di iscriversi ancora meglio per supportarci, beh noi tutti ve ne saremmo davvero grati.

Questi i miei ultimi contributi

 

Il sopravvissuto – Masticone 

 

Linda Wolf

Di separazioni e ritorni.

Ci sono uomini che riescono a stare con la stessa donna per tutta la vita. La incontrano da ragazzini e la amano al punto che finiscono per vivere solo per lei. Arrivano a pensare che sia l’unica loro ragione di vita e si convincono che senza di essa non avrebbero alcun ruolo nei disegni immensi del signor Universo.

Ci sono uomini che quando giurano davanti a Dio o al giudice di pace che la ameranno per sempre, credono davvero che debba essere per sempre e che sono tanto forti da autoipnotizzare la propria mente e a volte persino la coscienza al punto da farle credere che deve essere davvero così.

Sto parlando di maniaci sessuali.

Il vero maniaco sessuale, infatti, non è colui che va con mille donne (uomini) nella sua vita. E’ quello che va con una sola. Tutta la vita. Sempre lei.

Ammettiamolo. Occorre avere delle turbe mica da niente per arrivare a questo. E sfatiamo anche il mito della verginità. Ovvia. Solo uno psicopatico minus habens può ambire a sposare una donna vergine, pensando pure che gli resterà fedele .Una donna che si possa dichiarare tale prima o poi avrà (giustamente) voglia di vedere cos’altro c’è nel mondo. Insomma per diana, uno vuole una Donna con la D maiuscola e poi si incazza se questa gli dice “voglio assaggiare anche un piatto di pesce fritto e non sempre la bistecca alla fiorentina?” Una donna vergine è da evitare come la peste se uno vuol mettere su famiglia.Per farlo occorre una donna che ha provato tutto e che sceglie te perchè sa che te in quel momento sei davvero la persona giusta per lei.

In quel momento è la parolina magica.

Quando uno giura “ti amerò per sempre” giura proprio questo. Ossia: io giuro qua in questo momento che, credo, che sarà per sempre. Ma può anche non esserlo.

Così è come la penso io.

O meglio, questo è il main plot.

Però ci sono anche le varianti.

Quelle che fanno male.

Che succede infatti se uno dei due è magari pure necessario, ma non sufficiente all’altro?

Complicato ah?

Evito di entrare in sabbie mobili dalle quali è difficile uscire. Ho premesso tutto questo perchè proprio in questi giorni mi sono capitate, contemporaneamente un paio di cose che mi ci hanno fatto pensare.

Succede, infatti, che sabato sera, un amico mi mandi un sms semi-disperato per dirmi “Cazzo, Masty mi sto separando!!”  senza sapere che quasi nello stesso momento una donna del mio passato è tornata, di sbieco, nella mia vita solo per far sapere che uomo orribile sono nel non averla amata per sempre nei modi monotematici che voleva lei  e cioè chiuso nella gabbietta nella quale voleva tenermi per poter dire a tutti quanto fantastico e eccezionale fossi, ma solo in quanto canarino da allevamento. La sua teoria è semplice: sei mio e solo mio e allora sei straordinario, unico e irripetibile, non sei solo mio allora sei una merda che non meriti di essere chiamato uomo. E se non posso averti io non può averti nessuna, il corollario. Indi, per cui, siccome, ti sputtano.

Sullo stesso tavolo avevo il mio amico, mezzo sbronzo, che mi mostrava il suo dolore e smarrimento di fronte ad un momento difficile che non sa bene come affrontare e una donna che mi accusava di averla tradita perchè ho cercato cose che lei non riusciva a darmi. Un uomo che io tentavo di frenare per  evitargli decisioni irrazionali basate sul dolore del momento e una donna che dimenticava ciò che avevo fatto per lei perchè tutto quello non contava niente rispetto al dolore di affrontare l’amara realtà. Che non era cioè, non solo sufficiente, ma nemmeno necessaria. Una cosa evidentemente impossibile da accettare. Non contava in altre parole che, poichè è sola come una cane al punto che pure il fratello ha giurato di ammazzarla e che al lavoro viene mobbizzata sistematicamente, io l’abbia accompagnata in clinica per starle accanto durante un’operazione delicata nonostante avessi i problemi miei da affrontare o che le abbia prestato dei soldi in momenti in cui stava alla fame nonostante io non sguazzassi nell’oro (che si è sempre dimenticata di restituire per inciso)  o le abbia prestato attenzioni nell’ascoltare le sue paturnie e regalato il mio tempo e la mia energia nel darle conforto nel tempo in cui siamo stati assieme, facendola sentire speciale. No. Non contava niente questo, solo perchè non sono SOLO suo. Se fossi stato SOLO suo sarei DIO. Poichè tuttavia lei non mi bastava e non era nemmeno necessaria nel mio sviluppo di vita, sono diventato un essere da disprezzare. Al punto che quei soldi prestati, allora, con amore, sono diventati per usare parole sue “un modo per comprarla”.

Mavaffanculo mylady.

Avrei voluto dire al mio amico di stare attento proprio a questo. Al rischio di cadere dalle stelle alle stalle. Lui è un bel tipo. Una persona molto intelligente e sa il fatto suo e mi sono ben guardato dal fare la domanda idiota che molti fanno nei casi in cui qualcuno ti dice che si vuol separare:

“ma sei sicuro?”

questo mi sarebbe davvero sembrata mancanza di rispetto. Insomma se stimi una persona, sai anche che se ti dice una cosa simile ci deve aver pensato molto sopra. Razionalmente ne è convinto. Se sta ancora con sua moglie è solo perche emotivamente, invece, qualcosa lo trattiene. E temo sia proprio questa cosa: la perdita di uno status. Non tanto quello di marito di cui sono certo a lui non importa molto. Teme in modo inconscio di perdere il ruolo di “Uomo fantastico” per una donna così come l’ho perso io solo perchè le ho detto la verità: non mi basti! non sei te!

In cuor suo quest’uomo così capace di capire l’animo umano sa che la cosa giusta per lui è prendere una strada diversa, ma ancora non è disposto a pagare il costo al casello autostradale della nuova vita. Dovrà diventare un angelo caduto. Soprattutto dovrà cadere non per una donna come tante, come è successo recentemente a me, ma per una che lui aveva scelto come compagna di vita, sperando che fosse per sempre. Sapendo però che non lo sarebbe stato. E lo stesso legandola a lui in modo tale che se qualcuno le chiedesse, adesso, cosa pensi di tuo marito, lei direbbe: E’ Dio!

Ma che tra un tot di tempo lo infamerà così come sta succedendo a me.

Non so se lui leggera mai queste note su questo blog. Io lo spero.

Vorrei che lui  sapesse allora che gli sono nel cuore e che, se non l’ho cercato domenica o ancora oggi, è solo per non metterlo in difficoltà, ma se vuole ci sono. L’ho fatto per non costringerlo a guardarsi dentro e ad ammettere la propria parte scura. Che c’è e che è là. Maledetto. Come capita a qualcuno.

Eppure anche i maledetti hanno diritto a sedere a mangiare con gli dei, sai?

Anzi, io penso che ne abbiano pure di più, perchè possono regalare molto di più di tanti che mostrano rispetto solo nella forma e non nella sostanza.

Ricorda solo questo: Fai quel che tu ritieni sia la cosa giusta per te!

Solo questo.

Tanto non importa se pensi di aver fatto cose per tua moglie che nessuno avrebbe mai fatto, lei comunque non te le riconoscerà mai.

Questo è un fatto.